Il CEO di Mastercard si affianca ai CBDC su Bitcoin per aiutare i non bancari

IN BREVE

  • Il CEO di Mastercard Ajay Banga ritiene che la volatilità della Bitcoin la renda inutile ai fini dell’espansione dell’inclusione finanziaria.
  • Banga ritiene che le CBDC potrebbero essere utili per migliorare l’efficienza dei flussi commerciali transfrontalieri.
  • Mastercard ha testato la sua piattaforma di test globale progettata per aiutare le banche centrali a valutare i casi d’uso dei CBDC.

Bitcoin non è uno strumento utile di inclusione finanziaria per le popolazioni non bancarie del mondo perché la sua volatilità le spaventa. Questa è l’opinione del CEO di Mastercard Ajay Banga, che ha espresso durante il suo intervento alla Fortune Global Conference 2020 del 27 ottobre.

Secondo Banga, sotto la quale Mastercard si è impegnata a raggiungere entro il 2025 un miliardo delle ultime popolazioni non bancarie del mondo, le Central Bank Digital Currencies (CBDC) offrono una soluzione più pratica se le valute digitali devono essere incorporate nel panorama dell’inclusione finanziaria.

Volatilità – Il nemico

Il punto di vista di Banga sulla percezione dell’inadeguatezza di Crypto Bank è incentrato sul fatto che le popolazioni escluse finanziariamente hanno bisogno principalmente di servizi di inclusione con valute che si comportano come il denaro convenzionale. A suo parere, tali persone trovano molto poco utile cercare di utilizzare beni speculativi altamente volatili al posto delle normali valute fiat.

Un estratto della sua citazione dice:

„Il bitcoin di per sé è volatile nella sua valutazione. Riuscite a immaginare qualcuno che è finanziariamente escluso dal trading in modo da essere incluso attraverso una valuta che potrebbe costare l’equivalente di due bottiglie di Coca-Cola oggi e 21 domani? Non è un modo per ottenerle. È un modo per farli spaventare dal sistema finanziario“.

È stato fatto notare che le valute crittografiche come la Bitcoin offrono una soluzione molto più economica per le persone non bancarie rispetto all’effettuare transazioni tramite prestatori di denaro ad alto tasso di interesse e negozi che incassano assegni. Banga ritiene, tuttavia, che qualsiasi vantaggio in termini di costi offerto da Bitcoin sia cancellato dalle sue infami oscillazioni di prezzo.

Questo è in netto contrasto con le prestazioni della rupia indiana, ad esempio, che è la moneta unica in una giurisdizione con un numero relativamente alto di persone non bancarie nello stesso periodo. Mentre la rupia ha perso circa il 12% rispetto al dollaro dal 2016, la Bitcoin ha fatto registrare una vertiginosa crescita del 1.200%.

CBDC al Rescue for Mastercard

Mastercard sta attualmente gestendo la sua piattaforma di test di valuta digitale della Banca Centrale, che, a suo dire, aiuterà le banche centrali a valutare ed esplorare i loro casi d’uso e i quadri operativi per le CBDC proposte.

Banga, che è un grande fan dei CBDC, non ha perso l’occasione di menzionare che, nonostante la sua posizione su Bitcoin, crede ancora che i CBDC siano la via da seguire. Esprimendo la speranza di un maggiore sviluppo delle CBDC da parte delle banche centrali, ha detto:

„Le valute Fiat, se dovessero passare al digitale, sarebbero utili nei flussi commerciali transfrontalieri e migliorerebbero sicuramente l’efficienza di quelle sì“.

Website http:
Beitrag erstellt 20

Verwandte Beiträge

Beginne damit, deinen Suchbegriff oben einzugeben und drücke Enter für die Suche. Drücke ESC, um abzubrechen.

Zurück nach oben